Terzo posto all’Hackathon Finale di Coding Girls

Anche quest’anno il Volterra ha partecipato al progetto Coding Girls di Fondazione Mondo Digitale, Microsoft e Ambasciata USA con diverse ragazze del biennio delle scienze applicate. Il percorso si è concluso con l’hackathon finale che si è svolto nella giornata del 15 novembre presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma e che ha visto classificarsi al terzo posto il team composto da Francesca Pelicella (1SA), Irene Miccioni (1SC), Marta Censi (2SA) e Giuliana Pjetri (2SA).

Il progetto Gioco delle differenze con cui le nostre ragazze hanno conquistato il terzo posto consiste in un’applicazione che propone un gioco che ha come obiettivo quello di mostrare come la differenza di genere non abbia alcuna correlazione con la capacità di svolgere in modo efficace attività di tipo scientifico e tecnologico.

Questa iniziativa è parte di una serie di progetti che il liceo Volterra sta portando avanti da tempo per contribuire alla riduzione del cosiddetto gender gap, fenomeno mondiale per il quale le donne sono largamente sottorappresentate nelle facoltà universitarie e nelle professioni di tipo scientifico e tecnologico. Questo percorso ha visto la nostra partecipazione a prestigiose iniziative dall’altissimo valore formativo quali il Tim Girls Hackathon ( http://it.codemotionworld.com/girls-code-wild-timgirlshackathon/ ), Girls Go Tech di JA Italia, Enel e Valore D ( http://liceovolterra.gov.it/girls-go-tech/ ), NERD di Sapienza Università e IBM ( http://www.liceovolterra.gov.it/11107-2/ ) e Women In Technology di Costa Crociere-FDM ( http://liceovolterra.gov.it/le-ragazze-del-volterra-a-scuola-di-design-thinking/ ).

Le nostre ragazze si sono comunque distinte negli ultimi anni in tutti i tipi di percorsi a carattere tecnologico. Ricordiamo per esempio i recenti successi di Ilaria Ceccacci che è stata addirittura invitata a Sheffield a rappresentare l’Italia nel progetto europeo MLSE (http://www.liceovolterra.gov.it/ilaria-ceccacci-del-2sa-ambasciatrice-italiana-del-progetto-mlse/) e di Eleonora Tomassini e Giuliana Pjetri che hanno avuto un ruolo trainante nel gruppo robotico che ha realizzato l’esoscheletro che ha concorso alla RomeCup 2018 ( http://www.liceovolterra.gov.it/progetto-esoscheletro-la-robotica-al-servizio-dei-disabili/

foto